Raccolta di articoli di attualità del Prof. Roberto Vacca

 

Anno 2021

Articoli scelti tra quelli dell'anno 2021, qui ripubblicati in seguito a sua specifica autorizzazione e cortese concessione - all rights reserved © Roberto Vacca.

Tutti i diritti riservati © Prof.* Dott. Ing. Roberto Vacca.

(* Libero docente in Automazione del Calcolo presso l'Università di Roma dal 1960, e successivamente docente di Calcolatori Elettronici fino al 1966; ulteriore attività di docenza a Milano, per la sua biografia vedi www.robertovacca.com/italiano.html)

 

suo sito ufficiale: www.robertovacca.com

 

 

 

 

 

 

2021.06.18  Cartesio: orologi e animali

 

Allego  mio articolo pubblicato da L’OROLOGIO.

Parlo di Cartesio e delle sue modeste idee sugli animali – che funzionerebbero come orologi

Non   penserebbero, anche se sono capaci di nutrire speranze ed esser motivati da paure.

Chi ha avuto rapporti con animali  interessanti (cavalli, cani, gatti)  sa bene che pensano.

Albergano rancori, affetti. Imparano a uscire da labirinti.

Molti anni fa, il mio cavallo – abilmente - mi salvò la vita.

Pure Cartesio rivoluzionò la geometria e diede un aiuto enorme alla scienza.

Queste sue difformità confermano la mia tesi che la mente umana è fatta a strati.

In molte persone coesistono strati superiori (abilità, idee innovative, teorie, sensibilità, poesie)

e ingenuità sempliciotte.

Coltiviamo gli strati migliori e riformiamo i più deboli.

Best

Roberto

 

 

2021.06.18 Cartesio - Orologi e animali[...]
Documento Adobe Acrobat [131.1 KB]

Articolo pubblicato

su L’OROLOGIO

2021.05.24  Orologio ad acqua di Galileo

 

Allego mio articolo pubblicato da L’OROLOGIO sull’orologio ad acqua di

Galileo. Era molto più accurato di quello costruito da Ctesibio 18 secoli prima.

Misurava tempi brevi con errori dell’ordine di un decimo di secondo.

Riflettere sul ragionamento e sul successo di questa innovazione evoca

ammirazione e gratitudine: prima di Galileo, 4 secoli fa eravamo proprio ignoranti.

Best

 

Roberto

 

 

2021.05.24 Orologio ad acqua di Galileo[...]
Documento Adobe Acrobat [175.6 KB]

Articolo pubblicato

su L’OROLOGIO

2021.05.24  Paradossi e computer

 

Allego mio articolo pubblicato da CLASS su paradossi identificati da esseri umani [dai greci Epimenide e Zenone fino a Bertrand Russell e altri] e da computer.

Best

 

Roberto

 

 

2021.05.24 Paradossi e computer.pdf
Documento Adobe Acrobat [155.7 KB]

Articolo pubblicato

su Class

2021.05.07  Covid 17 maggio: il calo continua

 

Andamento decessi per Covid: critico ma con miglioramento;oggi 207

Morti- Dall’1/10/2020 a oggi 7/5/2021 il numero dei morti è 85.942

L’asintoto calcolato cala oggi a 147.853: sarebbe il totale morti dall’

1/10/2020 a FEBBRAIO 2022: cioè, DA OGGI, ALTRI 61.871

Monitoro e calcolo il numero totale dei morti di questa seconda/terza ondata

Allego analisi dei dati di stasera - mostrano quanto la situazione sia grave.

Ma con le vaccinazioni accelerate l’analisi sui dati di oggi stima che i decessi

continuino fino a febbraio 2022 con previsti altri 61.871 morti da oggi

da ieri questa stima dei morti è calata di 2.615: la diminuzione continua

Ecco l’analisi su dati morti da COVID - dal 1° ottobre 2020 –7 Maggio 2021

La situazione migliora Le equazioni dicono oggi che il numero dei decessi

a partire dall’1/10/2020 mira a 153.161 - con decessi continui fino a Settembre 2021

cioè ancora 64.426 morti da oggi AUMENTANDO LE VACCINAZIONI

OLTRE LE 500.000AL GIORNO, sperabilmente i decessi finiranno a fine estate.

Roberto                    

2021.04.30  Misure standard e non

 

Allego mio articolo pubblicato da CLASS, sulle unità di misura:

  • Loro forme standardizzate, corrette, legali
  • Errori usuali ripetuti nei paesi anglosassoni e in Italia
  • Inconvenienti e disastri (anche spaziali) causati da loro uso sbagliato o confuso
  • 60 anni ritardo della BP nell’adeguarsi  a certi standard internazionali
  • Misure antiche e regionali che ancora usiamo.

 

Queste precisazioni riguardano tutti noi – non solo i tecnici.

La standardizzazione è una tendenza (o movimento o insieme di leggi) benefica per l’umanità:

fa risparmiare tempo e denaro. Facilita la vita.

Riflettete.

Best

Roberto

 

2021.04.30 Misure standard e no - di Rob[...]
Documento Adobe Acrobat [82.1 KB]

Articolo pubblicato

su Class

2021.04.29  Covid 29 aprile: leggero calo?

 

Andamento decessi per Covid: critico ma lento miglioramento;oggi 288 morti.

Dall’1/10/2020 a oggi 29/4/2021 il numero dei morti è 83.983

L’asintoto calcolato cala oggi a 167.399: sarebbe il totale morti dall’

1/10/2020 a FEBBRAIO 2022: cioè, DA OGGI, ALTRI 83.416 -

Monitoro e calcolo il numero totale dei morti di questa seconda/terza ondata

Allego analisi dei dati di stasera - mostrano quanto la situazione sia grave.

Se non si procede a vaccinazioni in massa l’analisi sui dati di oggi stima che i

decessi continuino fino a Febbraio 2022 con previsti altri 83.416 morti da oggi,

da ieri questa stima dei morti è calata di  2.897 : la diminuzione continua

Ecco l’analisi su dati morti da COVID - dal 1° ottobre 2020 29 Aprile 2021

La situazione è sempre critica – Le equazioni dicono oggi che il numero dei decessi

a partire dall’1/10/2020 mira a 167.399 - con decessi continui fino a Febbraio 2022

cioè ancora 83.416 morti da oggi -- SE NON AUMENTIAMO LE VACCINAZIONI

BEN  OLTRE LE 500.000AL GIORNO.

Forse c’è effetto positivo dei vaccini fatti; ma durata pandemia sembra ancora lunga

Roberto

 

2021.04.22  Jefferson, III Presidente USA

 

Allego mio articolo – pubblicato da L’OROLOGIO,  su Jefferson, il III Presidente

USA – uomo eclettico, molto colto  che costruiva anche orologi.

Sono rari gli uomini come lui:  grandi doti e grande immaginazione.

Aveva anche idee avanzate e progressive della democrazia.

Però possedeva 200 schiavi e ne affrancò  solo pochi, che erano anche figli suoi.

Nessuno è perfetto.

G. Washington, invece, aveva affrancato  i suoi schiavi.

Best

Roberto

 

2021.04.22 Jefferson - III Presidente US[...]
Documento Adobe Acrobat [133.9 KB]

Articolo pubblicato

su L’OROLOGIO

2021.03.18  Di cosa sono fatte le idee?

 

Allego mio articolo pubblicato ieri su CLASS (allegato a Milano Finanza). È una riflessione su idee e simboli.

Noi siamo Homo Sapiens – la nostra sapienza ci differenzia dagli altri animali, ma non solo perché parliamo.

Chi parla e non scrive e capisce solo immagini, non è tanto sapiente. Lo diventa – quanto maggiore è il numero di modi in cui capisce e genera simboli. Ce ne sono 10: dalle parole dette a quelle scritte, ai numeri e, infine, alla

programmazione di computer.

Certe persone non riescono a formarsi immagini mentali. Sono poche. In Italia, Grecia e Spagna secondo alcuni esperti, più di un quarto dei cittadini è funzionalmente analfabeta. Questa condizione menoma l’abilità di trattare

informazioni, il cui flusso è la linfa delle società moderne di cui genera gran parte della ricchezza.

Anni fa Selezione del Reader’s Digest pubblicava una rubrica “Più Parole – Più Idee”. Non basta: chi ha più idee

è più interessante, ma anche più prospero. Vive meglio.

 

Roberto

 

COVID – Ho interrotto  l’invio  di  mie analisi dei decessi Covid perché si è verificata discontinuità che sto analizzando:

(decessi giornalieri cresciuti e durata presunta allungata --- fino a fine settembre??)

 

2021.03.22 IDEE - IMMAGINI vs SIMBOLI.pd[...]
Documento Adobe Acrobat [77.4 KB]

Articolo pubblicato

su Class

 

2021.03.20  Lincoln, schiavismo, poesia

 

Cari amici:

allego mio articolo pubblicato da L’OROLOGIO. Racconto dell’orologiaio antischiavista del Presidente Abraham Lincoln – e di un suo aiutante pro-schiavista.

Questa storia dello schiavismo in USA è proprio triste. Perfino il Presidente Jefferson, che era democratico, razionalista, illuminato, possedeva 200 schiavi – e ne rese liberi solo alcuni che erano figli suoi e di una sua schiava.

 

Secondo la tradizione della mia famiglia, pare che Lincoln trovò ispirazione per il primo discorso antischiavista che fece a Peoria, Ill., (1854), in un libro scritto dal nonno di mia nonna Lillian Vernon. Il mio trisavolo era il Rev. Charles Elliott nato in Irlanda, emigrato in USA nel 1816. Fu missionario fra gli indiani Wyandot [Uroni]. Negli anni Quaranta fece il pastore itinerante: a cavallo. Nel 1851 pubblicò “La Bibbia e la schiavitù” contro i Metodisti del Sud staccati dalla Chiesa del Nord e schiavisti. Sosteneva che la Bibbia condanna la schiavitù.

Quando morì Lincoln, Walt Whitman scrisse una famosa poesia che cito. Curiosamente Whitman fu tra gli ispiratori del mio nonno poeta – Adolfo De Bosis – che lo citò più volte nei suoi versi.  

 

Best

Roberto

 

 

2021.03.17 Lincoln, schiavismo, poesia.[...]
Documento Adobe Acrobat [452.2 KB]

Articolo pubblicato

su L’OROLOGIO

 

2021.03.07  Morti COVID seconda ondata

 

LE MORTI DA COVID SEGUONO CON SCARTO DI MENO DELL’UNO PER MILLE

L’EQUAZIONE E LA CURVA CHE HO CALCOLATO – INDICANO con accuratezza crescente

CHE A MAGGIO PARE FINISCANO LE MORTI IN ITALIA.

 

L’asintoto calcolato in base alla serie storica 16/12/2020 – 7/3/2021 (oggi)

[con 307 decessi del 6/3 e decessi cumulativi 1/10/2020 – 7/3/2021 = 63.324  cala da 70.885 di ieri a

70.883 cioè dello 0,023 per diecimila. Il 26/12/2020 si nota una discontinuità. Applicando la

procedura con equazioni di Volterra ai dati dal 16/12/2020 al 7/3/2021, ottengo un’equazione di

Volterra con costante di tempo di 144 giorni, cioè asintoto [morti totali II ondata] di

70.883 raggiunto a Maggio.

Errore standard 0,0010 Equazione:

x = 70.883/1 + e-(3,03 t – 5,50))

quasi identica  a quella di ieri.      Vedi diagramma:

 

Best, Roberto

 

 

 

2021.02.26  Morti COVID seconda ondata

 

LE MORTI DA COVID SEGUONO CON SCARTO DI MENO DELL’UNO PER MILLE

L’EQUAZIONE E LA CURVA CHE HO CALCOLATO – INDICANO con accuratezza crescente

CHE A MAGGIO PARE FINISCANO LE MORTI IN ITALIA.

 

L’asintoto calcolato in base alla serie storica 16/12/2020 – 26/2/2021 (oggi)

[con 253 decessi del 26/2 e decessi cumulativi 1/10/2020 – 26/2/2021 = 60.766 cresce da 69.402 di ieri a

69.439  cioè dello 0,5 per mille. Il 26/12/2020 si nota una discontinuità. Applicando la

procedura con equazioni di Volterra ai dati dal 16/12/2020 al 26/2/2021, ottengo un’equazione di

Volterra con costante di tempo di 140 giorni, cioè asintoto [morti totali II ondata] di

69.439 raggiunto ai primi di Maggio.

Errore standard 0,00078

Equazione:

x = 69.402/1 + e-(3,12 t – 5,62))

molto vicina a quella di ieri.      Vedi diagramma:

 

Best                       Roberto                

 

 

2021.02.18  Modelli e loro critica

 

Allego mio articolo pubblicato su CLASS.

Racconto modi in cui si tenta di costruire modelli quantitativi di processi grandi e complessi.

I fattori causali che influenzano: popolazioni, mercati, prodotti, cultura, epidemie etc. sono moltissimi.

Alcuni di essi non li sappiamo nemmeno individuare. Quelli che conosciamo spesso non li sappiamo misurare

o le misure sono affette da errori anche notevoli.

Pure ci sono procedure empiriche che possono permettere di fare analisi sensate e previsioni anche attendibili.

Quando le variabili sono molte, non ci sono soluzioni semplici: “More is different” [Di più è diverso] come spiegò il

Nobel PW Anderson nel 1972.

Ragioniamo.

 

Best

Roberto

 

2021.02.18 Modelli e loro critica.pdf
Documento Adobe Acrobat [127.5 KB]

Articolo pubblicato

su Class

 

 

2021.02.11  Tempo definito, negato, misurato

 

“Il tempo è quel che succede quando non succede nient’altro.”

Scriveva Richard Feynman nel suo libro di fisica del 1975. Poi aggiungeva: “Non sappiamo definire il tempo, ma sappiamo che è “quanto aspettiamo”. È più importante capire come lo misuriamo.”

Un fisico inglese, Julian Barbour, autore di  “La fine del tempo”, Einaudi 1999)  ha scritto invece:

“La maggioranza della gente, inclusi parecchi scienziati trova difficile liberarsi dall’intuizione che il tempo sia reale e fluisca, sebbene questa possa ben essere un’illusione.”

Le argomentazioni a favore di questa tesi sono simili a quelle di J.E. McTaggart e Bradford Skow, mirate a dimostrare l’inesistenza del tempo: le raccontai mesi fa su queste pagine. Sono ancora scettico su questi punti di vista. Ecco le mie ragioni.

Barbour, nella sua negazione della realtà del tempo, trasgredisce le regole della logica. Accetta l’asserzione che i cambiamenti di oggetti, fenomeni e situazioni testimoniano [o sono] il passaggio del tempo. Però dice: “Non ha senso dire che una persona umana o un animale esista continuatamente nel tempo. L’insieme ribollente delle molecole di cui siamo fatti, si riarrangia senza posa a velocità incomprensibili”. Il nostro cervello registra informazioni sul passato recente. Esse, però, non sono il risultato di una catena di cause che le connette a eventi precedenti. Va messo in discussione lo stesso concetto istintivo di catena causa-effetto per cui eventi passati causano quello che accade ora.

Dunque nega realtà e passaggio del tempo, persistenza di enti osservati e processi causali. Insieme afferma (gratuitamente) di saper apprezzare la velocità [variazione nel tempo] alla quale cambiano le persone. Perciò accetta osservazioni, misure, princìpi, metodi, teorie su cause ed effetti che la fisica ha raccolto e prodotto negli ultimi secoli.

Infine Barbour accetta anche l’esistenza di una freccia irreversibile del tempo che spiega i fenomeni di cambiamento e di evoluzione da certe condizioni iniziali, che osserviamo ovunque nell’universo.

Osserva che la fisica ha individuato due grandi tendenze di cambiamento nel tempo. Al secondo principio della termodinamica consegue che a livello macroscopico e in assenza  di adeguate fonti di energia il disordine [misurato dall’entropia] cresce. La cosmologia insegna che l’universo (originariamente in uno stato notevolmente uniforme) si è evoluto con la formazione di strutture complesse e ordinate (sistemi di stelle e pianeti, galassie, buchi neri)i.

Ne conclude che è imminente una nuova rivoluzione scientifica. Accettare il concetto di tempo avrebbe ostacolato la scienza. Abbandonarlo avrebbe l’effetto di dare alle leggi della fisica forme radicalmente nuove più potenti e fruttuose. Non considereremmo il concetto di “divenire”, ma solo quello di “essere”. La creazione sarebbe ugualmente inerente in ogni istante.

 

Le leggi della nostra fisica, però, legano il tempo a variabili geometriche, gravitazionali, nucleari - funzionano e permettono di fare previsioni dopo aver osservato e misurato certe condizioni iniziali.  Non ha senso negare quelle leggi e asserire che le nostre esperienze  sarebbero coerenti e compatibili con un universo senza tempo.

Sorge il dubbio che Barbour non conosca Karl Popper. Secondo lo scienziato, le teorie  scientifiche sul mondo non si possono verificare, cioè dimostrare vere. In certi  casi possiamo falsificarle, cioè dimostrare che sono false, perchè sono in disaccordo coi fatti o conducono a previsioni errate. Conserviamo, quindi, come plausibili le teorie non falsificate e cerchiamo di sostituire quelle falsificate con teorie nuove. Le teorie buone e utili sono (eventualmente) falsificabili. Invece una teoria considerata vera anche dopo che abbiamo osservato fatti  nuovi che la contrastano, è inutile. Popper la chiama "teoria vaccinata" cioè inattaccabile e, quindi, priva di interesse - non adatta a produrre conoscenza. 

 

2021.02.11 Tempo definito negato misurat[...]
Documento Adobe Acrobat [131.9 KB]

Articolo pubblicato

su L’OROLOGIO

 

2021.01.10  Morti COVID seconda ondata

 

L’andamento decessi da Covid 2° ondata mira a valori finali A che

Si avviano a superare 50.000. Dal 24/11/20 sembra segua l’equazione di Volterra

x = A/(1 + e-(5,5 t – 9)) individuata in base alla serie storica del numero totale

decessi da 1/10/20 a oggi: 42.777. Il numero max di morti A calcolato varia

secondo i decessi giornalieri (oggi 361), dipendenti da molti fattori [contegni,

mobilità cittadini, evoluzione virus, meteo, &c.]. Oggi lo calcolo in 50.363

vittime (errore standard 0,0029 - però da 1/10 a 20/11 la curva seguìta mirava

ad asintoto molto più basso, ad es. 11.684 sui dati fino a 7/11/20]. Crebbe

gradualmente: oggi cresce del 2 %. Nel 1957 l’Asiatica causò in prima

ondata 20.000 morti e in seconda 10.000, mentre il totale della seconda

ondata COVID 2020-21 si avvia a superare molto quello della prima ondata. 

Dal 24/12 al 9/1/2021 i valori ufficiali si scostano dalla curva calcolata.

Queste proiezioni si avviano ad apparire poco affidabili.

Equazione e curva indicano fine dei decessi nella prima metà

di Marzo, più tardi di quanto sembrava fino a metà Dicembre.

Nel mio “La misura del virus” [Mondadori, 2020] descrissi la mia procedura e

previdi la fine mortalità della prima ondata a giugno.          

 

  Roberto Vacca                

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ACKNOWLEDGMENTS

Even the longest journey begins with a first step! Systemic Habitats is on line since the 18th of May 2012. This website was created to publish online my ebook "Towards another habitat" on the contemporary architecture and urbanism. Later many other contents were added. For their direct or indirect contribution to its realisation, we would like to thank: Roberto Vacca, Marco Pizzuti, Fiorenzo and Raffaella Zampieri, Antonella Todeschini, All the Amici di Marco Todeschini, Ecaterina Bagrin, Stefania Ciocchetti, Marcello Leonardi, Joseph Davidovits, Frédéric Davidovits, Rossella Sinisi, Pasquale Cascella, Carlo Cesana, Filippo Schiavetti Arcangeli, Laura Pane, Antonio Montemiglio, Patrizia Piras, Bruno Nicola Rapisarda, Ruberto Ruberti, Marco Cicconcelli, Ezio Prato, Sveva Labriola, Rosario Francalanza, Giacinto Sabellotti, All the Amici di Gigi, Ruth and Ricky Meghiddo, Natalie Edwards, Rafael Schmitd, Nicola Romano, Sergio Bianchi, Cesare Rocchi, Henri Bertand, Philippe Salgarolo, Paolo Piva, Norbert Trenkle, Gaetano Giuseppe Magro, Carlo Blangiforti, Mario Ludovico, Riccardo Viola, Giulio Peruzzi, and last but not least Ahmed Elgazzar.   M.L.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

          e x t e r n a l    l i n k s :

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 Number of Visitors from 2012 :

              Thanks for your visit !

 

      M.L.